VISITE GUIDATE NEL PADULE DI FUCECCHIO E NELLE AREE VICINE

CALENDARIO PRIMAVERA 2017

Con la primavera, riprendono le visite guidate nel Padule di Fucecchio e negli ambienti naturali vicini organizzate dal Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio Onlus: da febbraio ad aprile, gli interessati avranno a disposizione una ricca offerta di escursioni naturalistiche e storico-ambientali sui vari percorsi del Padule, ma anche un ricco programma di itinerari in altri ambienti intorno all'area umida.

Per approfondire gli aspetti naturalistici della più grande palude interna italiana, sono in programma diverse date nell'area de Le Morette, un classico itinerario alla scoperta della flora e della fauna del Padule con sosta birdwatching all’osservatorio faunistico, e nell'area Righetti, una parte della Riserva Naturale di grande interesse paesaggistico e ambientale, aperta solo alle visite guidate.

Oltre alle visite ordinarie, ci sarà anche una gita "notturna" con lo scopo di osservare la palude in un momento particolarmente suggestivo della giornata, ma anche di ascoltare i suoni e canti degli animali grandi e piccoli che popolano questo affascinante ecosistema ed il bosco vicino.

Molto ricco anche il programma delle escursioni sul Montalbano (Colle di Monsummano, Monte Cupoli e Carnese, percorso dei mulini di Vinci, ma anche i borghi di Montevettolini, Monsummano Alto e Larciano Castello) e sulle colline della Valdinievole (Buggiano e i giardini degli agrumi, Uzzano Castello).

Non mancano come al solito visite in altri ambienti naturali di grande interesse naturalistico come la Riserva Naturale del Lago di Sibolla, le aree naturali protette La Querciola e Bosco la Magia a Quarrata ed Arnovecchio ad Empoli, l'area di Poggio alla Guardia nel Comune di Pieve a Nievole.

A completare l'offerta, un laboratorio sulle erbe palustri presso il Museo della Città e del Territorio di Monsummano T., attività per famiglie (orienteering e caccia fotografica sul Colle di Monsummano) e percorsi sulla storia e le tradizioni locali (i luoghi della memoria dell'Eccidio, Stabbia e il Museo di Bagnolo).

Il calendario offre un programma di visite settimanali aperte a tutti gli interessati, tramite il versamento di una piccola quota di partecipazione e sempre condotte da una Guida Ambientale Escursionistica autorizzata ai sensi della L.R. 14/2005; in alcuni casi la visita è seguita da una degustazione.

Le visite contrassegnate da un asterisco *, organizzate in collaborazione con Museo della Città e del Territorio del Comune di Monsummano Terme, sono gratuite in quanto inserite nellle attività del progetto "Padule di Fucecchio tra memoria e tradizione"  finanziato dalla Fondazione CARIPT.

Visite guidate in altre date possono essere concordate per i gruppi e per le classi scolastiche, che possono anche usufruire del laboratorio didattico attrezzato del Centro Visite di Castelmartini.

 

Gli appuntamenti oltre il 30 aprile prossimamente su questa pagina...

 

scarica il programma completo in pdf

 

GLI ITINERARI RIPETUTI

Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, area Le Morette: un classico itinerario alla scoperta della flora e della fauna del Padule con sosta birdwatching all’osservatorio faunistico.
 
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, area Righetti: percorso in una parte dell’area protetta di grande interesse paesaggistico e ambientale, aperta solo alle visite guidate.
 
 
 

COME PARTECIPARE

Le visite si svolgono con una Guida Ambientale riconosciuta ai sensi della L.R. 14/2005.
Quando non diversamente indicato, è prevista una quota di partecipazione di € 6,00 (€ 4,00 da 6 a 18 anni).
Per alcuni percorsi è previsto anche un biglietto di ingresso al museo o una piccola quota per la degustazione di prodotti tipici, indicate nella descrizione in dettaglio della visita.
Per partecipare è necessario iscriversi entro e non oltre il venerdì, tenendo presente però che le visite sono a numero chiuso e quindi ci potrebbero essere problemi di posti disponibili.
Visite guidate in altre date possono essere concordate per gruppi e classi scolastiche.
 

INFO E PRENOTAZIONI

Centro R.D.P. Padule di Fucecchio Onlus
Tel. e fax 0573/84540
 
 
 

LE PROSSIME VISITE

Venerdì 28 aprile, ore 18,30-21,30
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; visita in un orario particolarmente suggestivo e al rientro ascolto dei rapaci notturni nel bosco.

Nei mesi primaverili il Centro organizza nell'area de Le Morette anche escursioni all’ora del tramonto (ed oltre), particolarmente suggestive e adatte anche alle famiglie con bambini, che consentono di apprezzare momenti ed aspetti insoliti della palude.
La parte iniziale è dedicata al birdwatching: grazie ai potenti cannocchiali ed alla consulenza delle Guide del Centro sarà possibile osservare ed imparare a riconoscere aironi, anatre, falchi di palude e tante altre specie che frequentano l’ambiente palustre.,
L'escursione continua anche dopo il calare del sole, quando l’affievolirsi delle condizioni di visibilità è compensato dalla moltitudine di suoni emessi dalle tante creature della palude: dai canti dei piccoli passeriformi del canneto, come il Cannareccione e la Cannaiola, che al calare del sole si fanno più intensi, al crepuscolare richiamo del Tarabusino, simile ad un abbaio roco, alla voce gracchiante delle Nitticore, aironi notturni che nidificano numerosi in grandi colonie, le cosiddette “garzaie”.
Ormai a buio, si fa a ritroso il percorso naturalistico attraversando il Bosco di Chiusi, dove si possono sentire ed imparare a riconoscere i canti di varie specie di rapaci notturni come la Civetta, l’Allocco, il Gufo comune (che a dispetto del nome è abbastanza raro) e l’Assiolo.
Difficoltà: nessuna, percorso pianeggiante di circa 3 km fra andata e ritorno.
Attrezzatura: scarponcini da trekking e una piccola torcia elettrica.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).
 
Sabato 29 aprile, ore 15-18
Bosco La Magia di Quarrata: visita nell'area naturale protetta.
Il bosco della Magia rappresenta un’isola relitta di vegetazione naturale in un territorio caratterizzato da aree urbane e agricole con colture tradizionali, quali la vite e l’olivo, e specializzate come il vivaismo ornamentale.
L'area naturale protetta è costituita da un mosaico di formazione vegetali, con netta prevalenza dei querceti acidofili a dominanza di Cerro, che in settori diversi del bosco si associa sia ad elementi termofili, come il Leccio e gli arbusti della macchia mediterranea, sia ad elementi continentali come la Farnia, la Rovere e il Carpino bianco.
A margine del bosco sono presenti prati, arbusteti, nuclei maturi di Leccio e perfino una piccola formazione igrofila; le 284 specie censite sono indice di elevata ricchezza floristica, determinata dalla presenza di habitat diversi e da condizioni ambientali che consentono la presenza di un mix di elementi mediterranei e continentali.
Sotto il profilo floristico la presenza più rilevante è quella di muschi del genere Sphagnum. Piante relitte legate a climi boreali e giunte alle nostre latitudini durante le glaciazioni;  da segnalare anche laPeriploca maggiore, liana di ambienti umidi rara e localizzata in Toscana soprattutto nei boschi planiziali costieri, e il Melo fiorentino, un alberello a distribuzione prettamente mediterranea, ma raro a livello regionale.
Difficoltà: nessuna.
Attrezzatura: scarponcini da trekking, binocolo.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).
 
Domenica 30 aprile, ore 9-12
Buggiano: sulla via della Cessana con visita a Colle di Buggiano e Buggiano Castello, il "borgo degli agruni", in occasione della manifestazione "La campagna dentro le mura".

Visita guidata nel territorio di Buggiano, in concomitanza con la manifestazione “La campagna dentro le mura”; passeggiando lungo il torrente Cessana (o anticamente detto Standipesce),  si attraversano paesaggi di particolare pregio storico ed ambientale.
Il torrente scorre in una profonda valle caratterizzata da una ricca biodiversità ripariale, con ontani neri, sambuchi, felci, carici, e polmonarie. Di notevole impatto è anche la vista dei boschi che circondano la valle: cedui misti di latifoglie e conifere, lecci, farnie,carpini,castagni e pini.
Il paesaggio dell’alta valle del torrente Cessana è dominato dalla presenza degli antichi castelli collinari: il Colle di Buggiano nel quale risalta la chiesa posta fuori dalle mura, e Buggiano Castello con la sua imponente Abbazia.
Chi percorre a piedi i sentieri che collegano questi storici abitati non può fare a meno di apprezzare la ricchezza di opere e strutture antiche che ci raccontano come in passato la vita degli abitanti della valle girasse attorno a questo torrente, dai ponti in pietra che lo attraversano lungo tutto il suo tratto, ai mulini/frantoi, alle fonti.
Diversi sono i ponti ancora intatti tra cui il Ponte di Maciste, il Ponte di Stignano, il Ponte sulla Strada del Rio delle Due; quest’ultimo, di origine Medievale è il più antico e con la sua particolare struttura a schiena d’asino è diventato immagine simbolo del torrente.
Tra i mulini da ricordare il Mulino di Maciste e del Bercini, il complesso dei mulini/frantoi del Sannini e il Molino del Gamboni.
Nel primo tratto del torrente è possibile apprezzare la sorgente di Capofico utilizzata per l‘acquedotto che alimentava ed alimenta tuttora la Villa di Bellavista.
Questo ed altri percorsi nella valle del Cessana sono possibili grazie al lavoro e all’impegno messo dai ragazzi dell’associazione "Andar per Colli" che hanno ripulito e ripuliscono i sentieri rendendoli accessibili a tutti.
Alla fine dell'escursione, nel borgo medievale di Buggiano Castello sarà possibile ammirare i caratteristici giardini d’agrumi e gli orti segreti, inseriti nel sistema museale della Provincia di Pistoia ed aperti eccezionalmente al pubblico (ingresso al borgo degli agrumi ridotto 5 euro); i visitatori saranno accolti dai proprietari, lieti di guidarli alla scoperta del proprio tesoro e di fornire spiegazioni sulle piante che vi si trovano.
Difficoltà: il percorso non presenta particolari difficoltà tecniche, ma c’è qualche salita da superare e richiede comunque una certa abitudine alle camminate in ambiente collinare.
Attrezzatura: scarponcini da trekking e scorta d’acqua.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni) + € 5,00 ingresso ridotto al borgo degli agrumi.
 
 
 
IL CALENDARIO COMPLETO 2017
 
 
Domenica 5 febbraio, ore 10-12
Area naturale protetta di Arnovecchio: birdwatching invernale (visita gratuita)
 
Domenica 12 febbraio, ore 9-12
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Le Morette.
 
Domenica 19 febbraio, ore 9-12*
Museo + Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Righetti.
 
Domenica 26 febbraio, ore 9-12*
Museo + percorso storico-ambientale sui luoghi della memoria dell'Eccidio: da Castelmartini all'antico Porto de Le Morette, ai margini del Padule di Fucecchio.
 
Sabato 4 marzo, ore 16
Area naturale protetta di Arnovecchio: le buone erbe (visita gratuita).
 
Domenica 5 marzo, ore 15-18*
Colle di Monsummano, gara di Orienteering per famiglie: i partecipanti dovranno percorrere il percorso prestabilito, muniti di cartina e bussola, nel minor tempo possibile, con piccolo premio al vincitore.
 
Sabato 11 marzo, ore 15-18*
Museo + visita storico-ambientale al Castello di Montevettolini.
 
Sabato 11 marzo, ore 21
Notte Europea della Civetta: introduzione al Centro Visite di Castelmartini e ascolto dei rapaci notturni nell'area de Le Morette, ai margini del Bosco di Chiusi (visita gratuita).
 
Domenica 12 marzo, ore 9-12*
Museo + Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Le Morette.
 
Domenica 12 marzo, ore 15-18
Monte Cupoli e Carnese: percorso ad anello attraverso gli ambienti più caratteristici del Montalbano, con alcune sorprese botaniche.
 
Sabato 18 marzo, ore 15-18*
Museo + Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Righetti.
 
Sabato 18 marzo, ore 17,45
Notte Europea della Civetta: introduzione al CETRAS di Empoli e ascolto dei rapaci notturni nell'area naturale protetta di Arnovecchio (visita gratuita).
 
Domenica 19 marzo, ore 9-12
Riserva Naturale del Lago di Sibolla: una visita nella piccola zona umida che rappresenta, dal punto di vista floristico, uno dei più importanti biotopi palustri della Toscana.
 
Domenica 19 marzo, ore 15-18*
Colle di Monsummano, escursione-caccia al tesoro fotografica botanica per famiglie: i bambini devono fotografare le piante della macchia mediterranea, con piccolo premio al vincitore.
 
Domenica 26 marzo, ore 9-12*
Museo + Colle di Monsummano: itinerario botanico alla scoperta delle prime fioriture delle orchidee selvatiche e delle piante della macchia mediterranea.
 
Domenica 26 marzo, ore 15-18
La Querciola di Quarrata: visita nell'area naturale protetta.
 
Domenica 2 aprile, ore 9-12
Uzzano Castello: passeggiata sulle colline con osservazione delle erbe spontanee alimentari; al termine degustazione di piatti a tema in agriturismo.
 
Domenica 2 aprile, ore 15-18
La vita rurale in Padule: dalla Fattoria Medicea di Stabbia al Museo della Civiltà Contadina "Casa Dei" di Bagnolo, con "merenda dei nonni" sull’aia a base di pane con olio e pane con pomodoro.
 
Sabato 8 aprile, ore 15-18*
Museo + visita storico-ambientale alla rocca di Monsummano Alto.
 
Domenica 9 aprile, ore 9-12
Percorso dei Mulini: itinerario sul Montalbano che parte dalla casa di Leonardo ad Anchiano fra boschi, torrenti e resti di antichi mulini; degustazione di olio e prodotti tipici al frantoio cooperativo di Vinci.
 
15-17 e 22-25 aprile
Open Week della Valdinievole anche nel Padule di Fucecchio con aperture del Centro Visite di Castelmartini e dell'osservatorio faunistico de Le Morette, ad accesso libero, con operatore del Centro: sabato 15, sabato 22 e lunedì 24 aprile ore 14,30-18; domenica 16 aprile (Pasqua), lunedì 17 aprile (Pasquetta), domenica 23 aprile e martedì 25 aprile (Liberazione) ore 9-12 e 14,30-18.
Nel giorno di Pasquetta, dalle ore 15, presso il Centro Visite anche degustazione di olio offerta dal frantoio cooperativo di Vinci ed i bomboloni della Parrocchia di Castelmartini.
 
Lunedì 17 aprile, ore 9-12
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Le Morette: passeggiata sul percorso naturalistico e birdwatching nell'area protetta..
Visita gratuita organizzata con il Comune di Larciano nell'ambito dell'Open Week della Valdinievole.
 
Lunedì 17 aprile, ore 15-18
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Righetti.
 
Sabato 22 aprile, ore 9,45-13
Visita allo stabilimento Bufalcioffi (presentazione della produzione delle mozzarelle e degustazioni) e visita al borgo di Montevettolini, con aperitivo finale.
Visita gratuita (escluse eventuali degustazioni) organizzata con il Comune di Monsummano T. nell'ambito dell'Open Week della Valdinievole.
 
Domenica 23 aprile, ore 15-18,30
Poggio alla Guardia: un'area collinare che offre interessi storici (estrazione del calcare) e naturalistici (macchia mediterranea e chirotterofauna).
Visita gratuita organizzata con il Comune di Pieve a Nievole nell'ambito dell'Open Week della Valdinievole.
 
Martedì 25 aprile, ore 9-12
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Righetti: passeggiata naturalistica in una parte dell’area protetta di grande interesse paesaggistico e ambientale, aperta solo alle visite guidate.
Visita gratuita (escluse eventuali degustazioni) organizzata con il Comune di Monsummano T. nell'ambito dell'Open Week della Valdinievole.
 
Martedì 25 aprile, ore 9-12 e 16-19
Laboratorio sulla lavorazione delle erbe palustri presso il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme.
Attività gratuita organizzata con il Comune di Monsummano T. nell'ambito dell'Open Week della Valdinievole.
 
Martedì 25 aprile, ore 15-18
Il Castello di Larciano e le sue colline, con degustazione dell'olio nuovo dell’antico  Frantoio Spinelli.
Visita gratuita (esclusa degustazione) organizzata con il Comune di Larciano nell'ambito dell'Open Week della Valdinievole.
 
Martedì 25 aprile, ore 15-18
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Righetti.
 
Venerdì 28 aprile, ore 18,30-21,30
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; visita in un orario particolarmente suggestivo e al rientro ascolto dei rapaci notturni nel bosco.
 
Sabato 29 aprile, ore 15-18
Bosco La Magia di Quarrata: visita nell'area naturale protetta.
 
Domenica 30 aprile, ore 9-12
Buggiano: sulla via della Cessana con visita a Colle di Buggiano e Buggiano Castello, il "borgo degli agruni", in occasione della manifestazione "La campagna dentro le mura".
 
Le visite contrassegnate da un asterisco *, organizzate in collaborazione con il Comune di Monsummano Terme, sono gratuite in quanto inserite nellle attività del progetto "Padule di Fucecchio tra memoria e tradizione"  finanziato dalla Fondazione CARIPT; per queste visite è prevista una introduzione sul tema presso le sale dedicate del Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme.
 

Gli appuntamenti oltre il 30 aprile prossimamente su questa pagina...